Archivio mensile:settembre 2012

ESPERIENZA DURANTE IL RITIRO SPIRITUALE AL CENTRO DI YOGA ”LE NUVOLE” DI VIJAY E PREMA DEVI – 22-AGOSTO-2 SETTEMBRE-2012

Standard

Om

 

Alla sede delle Nuvole abbiamo suonato il campanello e la porta ci e’ stata aperta da un angelo con l’apparenza di un’incantevole fanciulla di 12 anni, Anna Libera, che ci accolse calorosamente come se ci conoscesse da sempre; il Divino e’ talmente transparente in lei.

Incontrare Adele poco dopo fu come RINcontrare una figlia,sorella, madre o compagna spirituale che non vedevamo da troppo tempo e Vijay si ricordo’ che la Madre Divina Mere disse che coloro in contatto con Lei (anche se solo attraverso di noi)

 

“Ci siamo tutti incontrati in vite precedenti,  altrimenti non saremmo finiti insieme in questa vita. Siamo una famiglia ed abbiamo lavorato attraverso le eta’ per la vittoria del Divino e la Sua manifestazione sulla Terra.”

 

Adele aveva preparato le stanze per noi ed  i nostri compagni sul Sentiero da Roma Satprem e Usha con tanto amore e cura, assicurandosi che non ci mancasse niente, e dalla finestra si vedeva il monte sacro xxxxxxxxxx.

A destra della porta della sala ove si svolgono i corsi e meditazioni c’e’ uno scaffale per le scarpe ed una semplice scritta che ci piacque moltissimo:

 

LASCIATE QUI LE VOSTRE SCARPE

E LE VOSTRE PREOCCUPAZIONI

 

Le sincronicita’ abbondavano; ne menziono solo due: grandi fiori di girasoli all’entrata, il simbolo del Chemin Ensoleie’ di Mere, il Sentiero al Sole senza piu’ sofferenza o incertezze, e piante di Aloe Vera dappertutto come ne abbiamo centinaia vicino alla nostra casa in India.

I partecipanti non erano allo stesso livello, il che di solito fa si che parte del corso puo’ sembrare elementare per alcuni e altre parti un po’ difficile per altri, ma questo era compensato dalla loro grande sincerita’ e determinazione di lavorare su se stessi, e che  a parte uno i partecipanti erano donne, quasi sempre meno mentali degli uomini.

 

Nel corso abbiamo cominciato col chiedere ai partecipanti di non automaticamente “credere” a quanto dicevamo ma di esaminarlo attentamente ed esperienzarlo se stessi;

e poi proposto la “Unanswered Queston”, la basica domanda che ognuno dovrebbe porsi prima di qualsiasi altra cosa:

 

CHI SONO IO?

 

Per poter anche solo cominciare a rispondere a tale domanda abbiamo guardato insieme la natura della percezione – normalmente vediamo quasi solo quanto ci aspettiamo di vedere – e la natura della mente, che come il Vashista disse oltre 4000 anni fa e fu confermato perfino da Einstein, e’ STUPIDITA’, dato che consiste di ignoranti programmi  – condizonamenti – inseriti nel computer del nostro cervello da tutta la nostra deforme e materialistica cultura.

Esaminando l’immagine che abbiamo di noi stessi abbiamo visto che non siamo quanto abbiamo sempre creduto di essere.

Abbiamo contemplato insieme la natura della morte, che non e’ come quasi tutti credono quanto accade al corpo ad una certa eta’ o per via di accidenti o malattie – ed e’ solo come cambiare la camicia o la macchina –  ma e’ GIA’ QUI ADESSO e consiste in ogni momento in cui c’e’ in noi una paura, risentimento, tristezza, qualsiasi forma di negativita’, ogni momento senza sentire profondamente la meraviglia e mistero che ci circonda, la Presenza del Divino in noi e tutto intorno a noi, ogni momento senza amore incondizionato.

 

Quasi tutti non sono esseri veramente vivi che vanno verso la morte

ma esseri profondamente addormentati che vanno verso

la vera vita e l’mmortalita’ coscente.

 

Anna Libera ci accompagno’ a visitare  Civita Castellana che e’ bellissima, con molte case antiche fatte con blocchi di porosa rocca vulcanica, ma dominata da un castello dei Borgia che e’ come un simbolo dell’ego chiuso in se stesso nelle sue paure ed inaccessibile all’amore, e mi ricordo’ di questa poesia di Rumi

 

Pensa come sarebbe la conversazione con un embrione:

tu puoi dre: “ ll mondo al di fuori e’ vasto ed intricato.

Campi di grano ci sono, passi di montagna

e frutteti in fioritura.

Milioni di stelle sorgono la notte,

e nella luce del sole la bellezza

di amici che ballano ad un matrimonio.”

All’embrione tu chiedi perche’ lui, o lei, con gli occhi chiusi

nell’oscurita’ rimangono.

Senti la risposta:

“Non c’e’ alcun “altro mondo”.

Solo quanto ho esperenziato io conosco.

Tu stai avendo allucinazioni.”

 

Uno degli scopi dei corsi che facciamo in Occidente e’ infattti di mostrare ai partecipanti, nella misura della loro ricettivita’, che il mondo che  i giornali, la TV e quasi tutta la nostra cultura ci presentano  e’ come l’oscurita’ in cui vive l’embrione, e che c’e’ un altro mondo di Luce, Visione ed Amore a cui potenzialmente quasi tutti possono aprirsi.

 

Ad un certo punto il gruppo era talmente in sintonia che potemmo fargli fare un’antica visualizzazione Tibetana (di bruciare tutto quello che erano mai stati) che diamo quasi solo individualmente, raramente ai gruppi poiche’ puo’ essere traumatico, ma tutti lo gestirono molto bene.

 

Negli intervalli Anna Libera  (tenendomi per mano  e  tirandomi via dal passaggio di macchine che sfrecciavano velocemente attraverso queste antiche vecchie stradine come intrusioni da un altro mondo) ci mostro’ il piu’ interessante di Civita Castellana, tra cui un’artista della ceramica specializzata in saggi gufi, aquile ed altri animali totemici, cactus ecc senza sapere –  o forse senza ammettere – che erano ricordi subliminali da una sua vita passata da sciamana.

Ogni giorno verso sera Adele ci porto’ a fare un picnic in bei posti: alle terme, ad una piccola cittadina mediovale sul cocuzzolo di un monte occupata solo da amichevoli artisti, una sessione di fantastici gong tibetani in un centro spirituale in Umbria, ecc.

 

Continuammo il corso alternando la teoria con la pratica, qualche meditazione e contemplazione, ecc, ed una regressione in cui fummo particolarmente commossi dal coraggio di due donne, una che aveva appena fatto la chemoterapia ma sorrideva sempre ed un’altra che si ricordo’ improvvisamente di terribili eventi vissuti in due molto recenti vite vite passate senza alcuna autocommiserazione ed ammirevolmente – stava ancora tremando dallo shock – fu capace di condividerli con tutti noi, qualcosa per niente facile per lei.

 

Alla fine del corso si era creata una tale atmosfera d’amore, fiducia e senso d’unita’ tra tutti noi che fu difficile separarci. Personalmente quanto mi commosse maggiormente – e non sono poi tanto facile da commuovere – fu la sincerita’, integrita’ ed amore di Adele, e la terenezza di Anna Libera che non sapendo cosa regalarmi mi diede un elastico di un bellissimo colore indaco che mi misi al polso ed e’ ora nel nostro tempietto pieno di pietre ed oggetti di potere.

Se non avessimo impegni e lavoro da fare a Torino, Milano ecc non ce ne saremmo mai andati!

 

Vj

 

Prema Devi scrive..

Sono profondamente grata ad Aditi e a sua figlia Anna Libera per averci donato la gioia di donare il nostro amore e gli insegnamenti sullo Yoga integrale nel loro centro di Yoga a Civita castellana.

 

Aditi e’ una donna meravigliosa, coraggiosa, piena di forza e d’amore ,con una rara sincerita’ e generosita’ nel cuore, quando lo abbracciata ho subito ”sentito” che ci conoscevamo da moltissime vite, e’ stata un’emozione intensa ,il cuore mi traboccava di gioia e di gratitudine.

la sua dolce figlia Anna Libera e’ un angelo speciale, la luce nei suoi occhi e’ meravigliosa piena d’innocenza ,ringrazio Dio per avermi dato la gioia di passare alcuni giorni insieme, i giorni passati con lei e con sua madre sono stati una benedizione.

 

ll ritiro spirituale che Aditi ha organizzato nel suo centro di Yoga e’ stato fantastico, tutto e’ iniziato il 22 agosto con l’arrivo di Vijay a Roma dall’india.

Sono partita il 22 agosto da Torino con il treno, sono arrivata alla stazione di termini a Roma alle ore 12,45, ad attendermi c’erano Daniele e Silvia , due cari ragazzi che sono entrati in contatto con noi tramite la pagina di facebook https://www.facebook.com/pages/CENTRO-PREMANANDA-STUDI-DI-YOGA-INTEGRALE-E-UMANISTICI/286072854740322

 

Da molti mesi mi chiedevano quando avrebbero potuto incontrarci, e come sempre quando la richiesta arriva dal cuore  il Divino risponde e infatti poco dopo siamo stati contattati da Aditi che ci ha chiesto se avevamo piacere di condurre  per fine agosto un ritiro spirituale nel centro di yoga ( le nuvole a Civita castellana) naturalmente le abbiamo risposo di se, cosi’ le preghiere di silvia e di daniele sono state esaudite.Isieme  a Daniele e a silvia c’era ad aspettarmi Adi  Dronadev ( un amico reincontrato tramite facebook), un caro ragazzo che spesso mi ha sognata nell’aspetto di Madre divina, quando ha saputo che andavo a Roma ha voluto venire in stazione per incontrarmi e abbracciarmi fisicamente.

Abbiamo passato un’ora intensa, i nostri cuori cantavano di gioia, Adi mi ha detto che sarebbe venuto a trovarci al centro di civita castellana .

Dopo aver lasciato Adi con Silvia e Daniele siamo andati a posare le valigie alla pensione che i ragazzi avevano prenotato per noi, poi siamo corsi allaereoporto ad aspettare l’arrivo di Vijay.

 

Quando Vijay e’ uscito il mio cuore ha iniziato a danzare di gioia…finalmente riabbracciavo il mio amato sposo!

Entrabbi eravamo emozionatissimi e pieni di gratitudine per essere nuovamente insieme anche fisicamente.

I nostri amatissimi Daniele e Silvia si sono presi cura di noi come due figli, poi ci hanno lasciato soli.

Abbiamo passato due giorni e due notti a coccolarci e a riposarci, i nostri due corpi erano un po stanchi,entrambi avevamo lavorato moltissimo.

Il 25 agosto, siamo partiti con Silvia e Daniele per il centro di yoga a Civita castellana.

 

Li abbiamo passato giorni meravigliosi, i nostri studenti eran tutti molto ricettivi e aperti a trasformare se stessi.

In tutto erano 7 studenti, Daniele,Silvia,Mario,Manuela,Teresa,Donatella e Aditi, per una notte e un giorno e’ stato con noi Adi.

La sorpresa piu’ grande che ho ricevuto appena arrivata mi e’ stata data da Aditi che ci disse che il 31 agosto alle ore 18 saremmo andati al Centro Premananda di Rosa e Sergio al confine tra il lazio e l’umbria . Conoscevo bene Rosa e Sergio, li avevo incontrati piu’ volte all’Ashram del mio amato Maestro Swami Premananda, sono due veri ricercatori spirituali,devotissimi di Swami Premananda, Swami li aveva anche invitati al nostro matrimonio che fu celebrato da Swami durante il Mashivaratri del 2009.Avevo verso di essi un sentimento di grande gratitudine, ci avevano aiutati durante un momento durissimo poco dopo che eravamo tornati in Italia, facendoci una donazione generosissima a nome di Swami.Con mia grandissima gioia potei visitare il loro Centro pieno di energia spirituale e pieno della ‘’presenza del mio amato Gurudeva’’.

Ma le sorprese che Swami aveva in serbo per me non erano finite, ci fu detto da Aditi che al centro ci sarebbe stata una meditazione speciale ,avremmo assistito al BAGNO DI GONG guidato e suonato da due carissimi amici di facebok che gia’ da molto tempo volevano incontrarmi ma non si era riuscito in qualche modo a organizzare fino ad allora, questi due anime meravigliose sono; Siri Jot Singh (Gongmaster Massimo Piazza) ed Elisabeta Ghelber.

 

E’ stata un’immensa gioia abbracciarli e riempirli con tutto il nostro amore.

Vederli suonare insieme I sacri gong e’ stata una benedizione, mi sono divertita a fotografarli mentre suonavano per donargli l’immagine di come il suono divino danzava dentro di essi ,armonizzando cosi’ tutte le persone presenti, era spettacolare vederli suonare,Elisabetta era la pura gioia che danzava ,Siri jot era la consapevolezza che suonava l’amore divino.

Essi risplendevano d’armonia, erano il perfetto eqilibrio tra lo yin e lo yang….una vera gioia per il cuore di Dio.

 

Durante il ritiro abbiamo donato qualche iniziazione , le iniziazioni sono state differenti essendo che gli studenti non erano tutti allo stesso livello evolutivo, ma tutte sono state ‘’intense’’ e sentite nel cuore.

Silvia, Daniele e Adele ci hanno chiesto se potevamo dagli il loro nome spirituale. ( I nomi spirituali vengono donati qando si e’ pronti a morire a se stessi)

Tutti si sono aperti all’amore divino come fiori che sbocciano a primavera,I  miei adorati bambini mi hanno fatta danzare di gioia infinita,abbracciarli, coccolarli, sostenerli e’ stata un’immensa grazia e tutti li ringrazio con infinita gratitudine.

Non e’ stato facile salurare tutti I nostri amati studenti,la commozione era grande, Anna Libera ci ha commosso profondamente con la sua innocenza e la sua generosita’, Aditi ci ha detto che il suo centro potevamo ritenerlo come nostra casa, Manuela e Donatella ci hanno invitato nel loro centro a Modena, Teresa ci ha gia’ scritto piu’ volte per ringraziarci e chiederci consigli sullo studio dello yoga. Silvia e Daniele che ora si chiamano Usha e Satprem ci hanno riempito con la loro devozione, Satprem mi ha sognata piu’ volte che lo aiutavo a superare gli ostacoli e ci hanno telefonato piu’ volte per chiederci come stavamo.

Cio che’ piu’ mi ha riempita di gratitudine e come queste anime siano sincere nella loro ricerca spirituale( cosa molto rara) e soprattutto come cercano veramente di mettere in pratica gli insegnamenti spirituali, tutti cercano di impegnarsi per migliorare se stessi e la societa’ con grande senso di responsabilita’.

Son profondamente grata a Dio per aver avuto la gioia di lavorare insieme per riportare la vita Divina su questa nostra Madre terra.

Ora siamo tornati ma li sentiamo costantemente tutti dentro di noi, l’amore e’ sempre conesso eternamente.

Stiamo ora lavorando  per creare il centro di Yoga integrale  dedicato alla Madre Divina alla sagra di San Michele.

Satprem e Usha vogliono aiutarci sostenendoci anche finanziaramente.

Con infinito amore mi inchino ai piedi di tutti I miei amati bambini…ringraziandoli d’amore d’ananda…

 

Namaste amati miei Se’…

IMMERSA NELL’ANANDA…

LO SPECCHIO DELL’ANIMA…

LA SQUADRA DI DIO …

LA GIOIA D’ESSERE INSIEME..

TERESA..NOSTRA ADORATA FIGLIA..

SOMMERSA DALL’EMOZIONE DI DIO..

MEDITANDO CON LA LUNA PIENA..

ANNA LIBERA…UN ANGELO DIVINO..

USHA, VIJAY E SATPREM..

CON ADITI E ANNA LIBERA…STELLE DEI NOSTRI CUORI..
Annunci

LA SCOPERTA SUPREMA (frammento dell’enciclopedia spirituale di Vijay)

Standard

LA SCOPERTA SUPREMA – di Mere

 

Se vogliamo progredire integralmente, dobbiamo costruire nella nostra coscienza una forte e pura sintesi mentale che ci può servire come protezione contro le tentazioni dal di fuori, come un punto di riferimento per impedirci di perdere la strada, come un faro per illuminare il nostro cammino attraverso l’oceano in movimento della vita.

Ognuno dovrebbe costruire questa sintesi mentale secondo le proprie tendenze e affinità e aspirazioni. Ma se vogliamo che sia veramente viva e luminosa,

 

dev’essere centrata sull’idea che è la rappresentazione intellettuale

che simboleggia ciò che è al centro del nostro essere,

Egli che è la nostra vita e la nostra luce.

 

Questa idea, espressa con parole sublimi, è stato insegnato in varie forme da tutti i grandi maestri in ogni paese e tutte le età:

 

Il Sé di ciascuno e il Sé universale

sono UNO.

 

Dal momento che nella sua essenza tutto ciò che è esiste da tutta l’eternità e’ il principio, perché fare una distinzione tra l’essere e la sua origine, tra noi e ciò che abbiamo posto all’inizio?

Le antiche tradizioni giustamente dissero:

 

“La nostra origine e noi stessi,

il nostro Dio e noi siamo uno.”

 

E questa unità non deve essere intesa solamente come un rapporto più o meno stretto e intimo di unione,

 

ma come una vera identità.

 

Così, quando un uomo che cerca il Divino si sforza di risalire a poco a poco verso l’inaccessibile, egli dimentica che tutta la sua conoscenza e tutta la sua intuizione non possono portarlo un passo avanti in questo infinito, né sa che quanto vuole raggiungere,

 

quanto egli crede sia così lontano da lui,

è dentro di lui.

 

Come potrebbe sapere alcunche’ delle sue origini finche’ non diventa consapevole di tale origine in se stesso?

E comprendendo se stesso, imparando a conoscere se stesso, che può fare la scoperta suprema e gridare di meraviglia, come il patriarca della Bibbia,

 

“Qui e’ la casa di Dio ed io non lo sapevo.”

 

Questa e la ragione per cui deve esprimere questo pensiero sublime, creatrice dei mondi materiali, e far conoscere a tutti la parola che riempie il cielo e la terra,

 

“Io sono in tutte le cose e tutti gli esseri.”

 

Quando tutti sapranno questo, il giorno promesso delle grandi trasfigurazioni sarà a portata di mano. Quando in ogni atomo della materia gli uomini riconosceranno la presenza del pensiero di Dio, quando in ogni creatura vivente percepiranno un accenno di un gesto di Dio, quando ogni uomo potra’ vedere Dio in suo fratello, l’alba sorgera’ dissipando le tenebre, la falsità, l’ignoranza, l’errore e la sofferenza che pesano su tutta la Natura. Infatti,

 

“tutta la natura soffre e si lamenta come lei aspetta

la rivelazione dei figli di Dio”.

 

Questo è davvero il pensiero centrale, la quintessenza di tutti gli altri, il pensiero che dovrebbe essere sempre presente alla nostra memoria come il sole che illumina tutta la vita.

Questo è il motivo per cui oggi vi ricordo di questo. Infatti, se seguiamo il nostro sentiero portano questo pensiero nei nostri cuori come il gioiello più raro, il tesoro più prezioso, se gli permettiamo di fare il suo lavoro di illuminazione e di trasfigurazione dentro di noi, sapremo che esso vive al centro di tutti gli esseri e tutte le cose, e con esso sentiremo la meravigliosa unità dell’universo.

 

Allora capiremo la vanità e la puerilità delle nostre meschine

soddisfazioni, sciocche liti, le nostre passioni,

le nostre piccole, cieche indignazioni.

 

Vedremo la dissoluzione dei nostri piccoli difetti, il crollo degli ultimi trinceramenti della nostra personalità limitata e del nostro ottuso egoismo. Ci sentremo trascinati da questa corrente sublime della vera spiritualità, che ci libererà dai nostri angusti confini e limitazioni.

 

Il Sé individuale e il Sé universale sono uno, in ogni mondo, in ogni essere,

in ogni cosa, in ogni atomo è la Presenza Divina,

e la missione dell’uomo è di manifestarla.

 

Per fare questo egli deve prendere coscienza di questa Presenza Divina in se stesso.

Al fine di raggiungere questo obiettivo alcuni devono essere sottoposti a un vero e proprio apprendistato,: il loro essere egoista è troppo identficato, troppo rigido, troppo conservatrice, e le loro lotte contro questo sono lunghe e dolorose. Altri, al contrario, essendo più impersonal, più flessibili, più spiritualizzati, entrano facilmente in contatto con l’inesauribile fonte divina del loro essere.

Ma non dimentichiamo che anche loro devono compiere ogni giorno, costantemente,  uno sforzo metodico di adattamento e di trasformazione,

 

in modo che nulla in se stessi possa mai più oscurare

lo splendore di quella pura luce.

 

Ma come profondemente cambia la prospettiva una volta che raggiungono questa coscienza più profonda! Come si allarga la loro comprensione, come cresce la compassione!

A proposito d questo un saggio ha detto:

“Vorrei che ognuno di noi venisse al punto di poter percepire il Dio interiore che diimora anche nel più vile degli esseri umani, ed invece di condannarlo dire:

 

‘Sorgi, risplendente Essere, tu che sei sempre puro, che conosci

né la nascita né la morte, sorgi, Onnipotente,

e manifesta la tua natura ‘”.

 

Viviamo con questa bellissima attitudine e vedremo tutto intorno a noi trasformarsi come per miracolo.

Questo è l’atteggiamento del vero amore, consapevole e chiaro, un amore che sa vedere oltre le apparenze, comprendere a dispetto delle parole e che, anche tra tutti gli ostacoli, rimane in costante comunione con le profondità.

 

Che valore hanno i nostri impulsi e desideri, la nostra angoscia e la nostra violenza, le nostre sofferenze e lotte, tutte queste vicissitudini interiori indebitamente drammatizzate dalla nostra immaginazione sregolata,

 

che valore hanno esse davanti a questo grande, questo sublime e divino amore

che si piega su di noi dal più profondo del nostro essere,

 

sopportando le nostre debolezze, correggendo i nostri errori,

guarendo le nostre ferite, bagnando tutto il nostro essere

con i suoi ruscelli  d’acqua rigeneratrcei?

 

La divinità interiore non si impone, ne pretende ne minaccia, essa offre e dona se stessa, si nasconde e si dimentica se stessa nel cuore di tutti gli esseri e le cose, non accusa, non giudica ne maledice ne condanna, ma lavora incessantemente per perfezionare senza costrizioni, corregge senza rimproveri, ci incoraggia senza impazienza per arricchire ognuno con tutta la ricchezza che e’ in grado di ricevere;

 

lei è la madre il cui amore dà frutto e nutre, tutela

e protegge, consiglia e consola,

 

dato che lei capisce tutto può sopportare tutto, scusa e perdona tutto, spera e prepara  ogni cosa, sopportando tutto in se stessa; non possiede nulla che non appartienga a tutti, e poché regna su tutto, lei è la serva di ognuno, e per questo tutti, grandi e piccoli, che vogliono essere re con lei nella sua divinità, diventano come lei non despoti ma servitori tra i loro fratelli.

 

Quanto è bello questo ruolo umile servo, il ruolo di tutti coloro che sono stati rivelatori e annunciatori del Dio che è dentro ognuno di noi,

il Divino Amore che anima tutte le cose ….

 

E finche’ non siamo in grado di seguire il loro esempio e diventare veri servitori come Lei, lasciamoci pervadere e trasformare da questo Amore divino, offriamoGl senza riserva questo meraviglioso strumento, il nostro organismo fisico. Egl lo fara’ raggiungere il meglo possibile su ogn piano di attività.

Per raggiungere questa totale consacrazione di noi stessi tutti i mezzi sono buoni, tutti i metodi hanno il loro valore. L’unica cosa necessaria è quella di perseverare nella nostra volontà di raggiungere questo obiettivo. Allora tutto ciò che studiamo, ogni azione che compiamo, ogni essere umano che incontriamo,

 

tutto ci portera’ un’indicazione, un aiuto, una luce

che ci guidera’ nel cammino.

 

Prima di finiree, vorrei aggiungere qualche pagina per coloro che hanno già fatto apparentemente inutili sforzi, coloro che hanno incontrato le insidie lungo la strada e confrontato la misura della loro debolezza, coloro che sono in pericolo di perdere coraggio e fiducia in se stessi.

Queste pagine, destinate a riaccendere la speranza nei cuori di coloro che soffrono, sono state scritte da una lavoratrice spirituale in un momento in cui prove di ogni genere stavano scendendo di lei come fiamme purificatrici:

 

Tu che sei stanco, depresso e pieno di lividi, che cadi, che pensi forse d’essere stato sconfitto, ascolta la voce di un’amica che conosce i tuoi dolori, li ha condivise, ha sofferto come te dei mali della terra, come te ha attraversato molti deserti sotto il peso della giornata, ha conosciuto la sete e la fame, la solitudine e l’abbandono, ed il più crudele di tutti i bisogni, la destituzione del cuore. Ahimè! ha conosciuto anche le ore di dubbio, gli errori, le colpe, le carenze, ogni debolezza.

Ma ti dice:

 

Coraggio! Ascolta la lezione che il sorgere del sole porta alla terra con i suoi primi raggi ogni mattina. E’ una lezione di speranza, un messaggio di conforto. Tu che piangi, che soffri e trema, che non osi sperare una fine ai tuoi problemi, una soluzione ai tuoi mali e dolori, guarda: non c’è notte senza alba ed il giorno sta per sorgere proprio quando il buio è più denso, non c’è nebbia che il sole non dissipi, nessuna nuvole che non venga dorata, nessuna lacrima che non si asciughi un giorno, nessuna tempesta che non sia seguita dal suo trionfale e brillante arcobaleno, nessuna neve che non si scioglie, né inverno che non cambi in radiosa primavera.

 

E anche per te, non vi è alcuna afflizione che non porti la sua misura di gloria,

ne angoscia che non possa essere trasformata in gioia

o sconfitta in una vittoria,

 

né caduta in una maggiore ascensione, né solitudine in un centro d’irradiazione della vita, né discordia in armonia – a volte e’ un malinteso tra due menti che costringe due cuori ad aprirsi alla reciproca comunione, infine, non c’è infinita debolezza che non possa essere transormata in forza.

Ed è perfno nella debolezza suprema che l’onnipotenza sceglie di rivelarsi!

 

Ascolta, bambino mio, è che oggi ti senti così spezzato, così caduto forse, a cui non rimane nulla, niente per coprire la tua miseria e sostenere il tuo orgoglio: mai prima d’ora sai stato così grande!

 

Quanto vicino alle vette è colui che si risveglia nelle profondità, poiche’

piu’ profondo e’ l’abisso, tanto più le altezze si rivelano!

 

Non sai questo, che le forze più sublimi cercano di coprirsi coi veli più opachi della Materia? Oh, le nozze sublimi dell’amore sovrano con le piu’ obscure forme, delle ombre che aspirano alla più regale luce!

Se prove o colpe ti hanno tirato giu’, se sei affondato in abissi infernali di sofferenza, non addolorarti – perché proprio li’ l’amore divino e la benedizione suprema ti raggiungertanno!

 

Dato che sei passato attraverso il crogiolo dei dolori di purificazione,

le gloriose ascesi sono tue.

 

Sei nel deserto: allora ascolta la voce del silenzio. Il clamore delle parole lusinghiere e applausi hanno sollazzato le tue orecchie, ma la voce del silenzio allietera’ la tua anima e risvegliera’ in te l’eco delle profondità, il canto delle armonie divine!

Stai camminando nel profondo della notte: raccogli i suoi inestimabili tesori. Col sole splendente le vie dell’intelligenza sono accese, ma nelle bianca luminosità della notte si trovano i sentieri nascosti della perfezione, il segreto della ricchezza spirituale.

Stai per essere spogliato di tutto: questa è la strada verso la pienezza. Quando non ti rimarra’ nulla, tutto ti sarà dato. Per chi è sincero e nella verita’ dal peggio viene sempre il meglio.

Ogni grano seminato nella terra ne produce mille. Ogni battito d’ali del dolore può essere un’impennata verso la gloria.

 

E quando l’avversario persegue uomo senza sosta, tutto quello che fa

per distruggerlo lo rende ancora piu’ grande.

 

Ascolta la storia dei mondi, guarda:

 

il grande nemico sembra trionfare. Egli scaccia gli esseri di luce

nella notte, e la notte si rempie di stelle.

 

Egli si accanisce contro il lavoro cosmico, assale l’integrità dell’impero della sfera celeste, frantuma la sua armonia, la divide e suddivide, ne disperde la polvere ai quattro venti dell’infinito, ed ecco! la polvere si trasforma in un seme d’oro, fertizzando l’infinito e popolandolo con mondi che ora gravitano attorno al loro centro eterno nell’orbita più grande dello spazio – in modo che perfino tale divisione crea un’unità più ricca e profonda, e moltiplicando le superfici dell’universo materiale allarga l’impero che si proponeva di distruggere.

Davvero bello era il canto della sfera primordiale cullata nel seno di immensità,

 

ma quanto ancora più bella e trionfante è la sinfonia delle costellazioni,

la musica delle sfere, il coro immenso che riempie il cielo

con un eterno inno di vittoria!

 

Ascolta ancora: nessuno stato era più precario di quello dell’uomo quando è stato separato sulla terra dalla sua origine divina. Sopra di lui si estendevano i confini ostili delll’usurpatore, e alle porte il suo orizzonte era guardato da carcerieri armati di spade fiammeggianti. Allora,

 

dato che non poteva piu’ risalire alla fonte della vita, la fonte nacque in lui,

dato che che non poteva più ricevere la luce dall’alto,

la luce splendette al centro del suo essere,

 

dato che che non poteva piu’ comunicare con l’amore trascendente, questo l’amore si  offri’ in olocausto e scelse ogni essere terrestre, ogni umano sé come la sua dimora e santuario.

 

E’ così che in questa materia disprezzata e desolata, ma feconda e benedetta, ogni atomo contiene un pensiero divino, ogni essere porta in sé l’Ospite Divino.

 

E se nessun essere in tutto l’universo è fragile come l’uomo,

nessuno è divino come lui!

 

In verità, in verità, nell’umiliazione si trova la culla della gloria!

 

(frammento dell’enciclopedia spirituale di Vijay)

Quanto è bello questo ruolo umile servo, il ruolo di tutti coloro che sono stati rivelatori e annunciatori del Dio che è dentro ognuno di noi, il Divino Amore che anima tutte le cose ….

Risolutore di tutti gli ostacoli, Pranava Swaroopi, Incarnazione della saggezza, Devata del Muladhara Chakra! O Signore Vinayaka, Dispensatore di felicità Tu che afferri il Modaka! O Signore dalla testa di elefante! Salute a te. Om Gam Ganapataye Namaha.

POSSANO TUTTI GLI ESSERI ESSERE FELICI.. POSSANO TUTTI GLI ESSERI ESSERE PACE.. POSSANO TUTTI GLI ESSERI ESSERE AMORE.. POSSANO TUTTI GLI ESSERE COSCIENTI DELL’UNITA’ DIVINA.. JAI GANESHA!

Gayatri Mantra

Standard

Un buongiorno speciale col significato del Gayatri Mantra..

OM

Bhur Bhuva Svaha

Tat Savitur Varenyam

Bhargo Devasya Dheemahi

Dhiyo yonah Prachodayat

Il Gayatri é una preghiera rivolta all’ Intelligenza Universale. Il suo scopo é quello di accendere il potere del discernimento per permettere all’uomo di analizzarsi e di rendersi conto della sua natura divina. É conservata come reliquia nei “Veda”, le più antiche scritture dell’uomo. “Veda” significa infatti conoscenza, e la Preghiera alimenta ed aguzza la capacità di accrescimento della conoscenza. In realtà le quattro “Mahavakyas”, o concetti base racchiusi nei “Quattro Veda”, sono impliciti in questo Gayatri Mantra.Agisce come un talismano protettore per coloro che la pronunciano con continuità. Sai Baba ha affermato che questa preghiera é adatta a qualsiasi credo, perché essa dal Glorioso Potere che pervade il Sole ed i Tre Mondi (Fisico-Eterico-Causale) invoca la crescita, il risveglio ed il rinvigorimento dell’ Intelligenza.Il Gayatri Mantra é sinonimo del Divino, é lo stesso suono di Dio, esso permea tutto il Cosmo manifesto. É la Base, la Realtà che trascende l’Universo soggetto a conoscenza e a sperimentazione.Il termine “Gayatri” proviene da GAYAntam TRIyate iti, che significa: “Ciò che preserva, protegge o salva dalla corruttibilità, colui che lo recita”. GAYA vuol dire Essere e insegna la Verità, il principio della vita.Occorre infatti accostarsi a questo mantra con dovuta umiltà , reverenza,fede ed amore.La Gayatri ha anche tre nomi: Gayatri, Savitri e Saraswati. Gayatri rappresenta i sensi, Savitri é l’energia vitale o prana, ed é il simbolo della verità. Saraswati é la dea del linguaggio e dell’insegnamento, il simbolo della chiarezza intellettuale.Questi tre aspetti sono presenti in ciascun uomo e simboleggiano la purezza di pensieri, parole ed azioni, che ogni aspirante deve raggiungere sul sentiero della realizzazione spirituale. Come si può raggiungere la visione di queste tre divinità nella preghiera? Sai Baba ha spiegato più volte che il Gayatri Mantra si divide in tre parti: descrizione, meditazione e preghiera.

Nella prima parte

Om Bhur Bhuvah Suvah

il Divino viene descritto nella Gloria della Luce che illumina i tre Mondi o Regioni dell’ esperienza: Terra, Aria e Cielo.

Nella seconda parte:

Tat Savitur Varenyam Bhargo Devasya Dhimahi

si medita invece sullo Splendore e la Grazia che fluisce da quella Luce: la parola Dhimahi significa infatti meditazione, e qui rappresenta l’elemento chiave.

La terza parte

Dhiyo Yo Nah Prachodayat

é una preghiera per ottenere la visione del Divino nella Sua effulgenza e magnificenza, attraverso il risveglio della coscienza e dell’intelligenza che pervade tutto l’universo.

Con l’unione di questi tre aspetti, ogni devoto realizzerà uno stato di purezza e di coerenza nella vita quotidiana, e si definirà rinato.

Quando si insegna a recitare infatti questo Mantra, la persona interessata viene denominata “Dvya”, due volte nato. Chi lo recita si trasforma in un saggio.

Sai Baba ha detto: “Gli occidentali hanno studiato le vibrazioni prodotte dalla Gayatri ed hanno trovato che quando essa é recitata con esattezza, come é scritto nei Veda, la luminosità viene emessa in forma circolare.”. La Gayatri é sinonimo di Verità. Le scritture dicono: “La Veritá é Dio, come la Saggezza é Dio. Esse sono entrambe presenti ovunque, trascendendo il concetto di spazio e di tempo”.

Perciò quando cercate Dio e volete vederLo, dovreste guardare dentro di voi. Egli non é in un luogo lontano, ma nel vostro cuore.

La Gayatri é perciò Hridaya (cuore), l’abitante del cuore dove Daya significa compassione. Aprite dunque il vostro cuore, recitate il mantra quotidianamente e la vostra vita sarà un successo;come il tronco regge l’albero, così la Gayatri sostiene l’ordinamento umano e senza di Essa l’Albero della Vita sarebbe senza vitalità.

Bisogna prelevare energia solare per consolidare la visione interiore dell’uomo che é la forza dell’Anima latente nell’uomo stesso.

Quando si rinvigorisce questa forza dell’anima, l’intelletto, i sensi e le emozioni vengono attivati e guidati verso direzioni fruttuose.

Può l’oscurità indurre in confusione la mente o nascondere la Verità se splende il Sole? Portá avere il sopravvento il dolore o l’ignoranza mettere disordine, o l’egoismo accecare, quando la Divinità che splende come il Sole vi benedice con la Sua luce?

Affidatevi alla Gayatri per raccogliere la fulgida luce del Sole, in modo che essa possa inondare il proprio intelletto; la Gayatri é un tesoro che vi guida lungo il cammino della vita. Non dimenticatela mai! Potreste trascurare od ignorare le altre preghiere e gli altri mantra, ma ricordatevi di recitare la Gayatri almeno due volte al giorno. Essa vi proteggerà da qualsiasi male, dovunque voi siate:in macchina, in treno, in aereo o in strada. La Gayatri é Annapurna, la Madre, la Shakti (l’ Energia) che anima ogni cosa.Quando viene recitata l’effulgenza di Dio scende su di voi ad illuminare i vostri intelletti ed a guidarvi sul sentiero. Perciò non trascuratela!”.

Essa é anche un’ invocazione che si rivolge alla Madre Divina.

O Madre Divina

il nostro cuore é coperto di tenebre

Ti preghiamo

allontana da noi questa oscurità

ed accendi la Luce dentro di noi.

Di solito la Gayatri si recita all’alba, a mezzogiorno ed al tramonto. Ma essendo Dio oltre la temporalità, possiamo recitare il Mantra in qualsiasi ora e ovunque. Sai Baba ci esorta a recitarlo la sera prima di andare a dormire e la mattina quando ci svegliamo, ma anche mentre facciamo il bagno: così che, mentre l’acqua ci purifica il corpo, il Mantra purifica la nostra mente.

L’invocazione alla divina Gayatri attraverso la recitazione costante e devota del Mantra, illumina l’intelletto del praticante, aprendogli le porte della comprensione, della verità dell’umiltà e della liberazione.La sua potente energia porterà all’adepto salute,radiosità,coraggio,armonia, conferendogli inoltri i poteri riservati ai saggi e agli illuminati.:il potere di guarire e di trasmettere il dono spirituale ad altri.Disperde la paura ed elimina disturbi e malattie di pene conflitti e dolore.Ogniqualvolta il Gayatri viene cantato i demoni che dimorano all’interno dell’uomo vengono allontanati e dispersi.

TRADUZIONE LETTERALE

OM: IL SUPREMO

BUH: LA TERRA

BHUVAH: L’ATMOSFERA

SVAH: IL CIELO

TAT: COLUI

OM : IL SUPREMO

SAVITUR: IL SOLE(LA DIVINITA’ CHE GENERA E ILLUMINA LA VITA)

VARENYAM: L’ASSOLUTO, IL MIGLIORE TRA I TANTI

BHARGO : QUELLA LUCE SUPREMA CHE DIMORA NEL SOLE E DISTRUGGE I SEMI DEL KARMA

DEVASYA: DELLA DIVINITA’ CHE CAUSA LO SPLENDORE DELL’UNIVERSO

DHI MAHI: MEDITIAMO

DHIYO YO NAH: CHE IL NOSTRO INTELLETTO

PRACHO DAYAT: POSSA INCITARE

NAMASTE AMATI

Sorrisi…Divini

Standard
 

 

Un piccolo estratto sul significato dei Fiori:

“Ogni fiore ha un suo significato ma in generale rappresentano la Bellezza, la Primavera, la Giovinezza, Felicità, la Manifestazione (la Rosa del Mondo).

Dio ci sorride attraverso i fiori. Al contempo, su un altro livello, essi ci mostrano l’impermanenza e come tutto sia transitorio.”

Om Love

Surya

 

Tratto da:  “Light and Love: the healing path of crystals 144” di Vijay e Prema Devi

Traduzione: Surya P. Andreoli

Prema Devi

Standard
VENITE….SPOGLIATEVI DI TUTTE LE PAURE….BUTTATE A MARE OGNI OMBRA CHE VI IMPEDISCE DI VIVERE NELLA GIOIA, DANZATE LA GIOIA D’ESSERE AMORE…
NULLA DA PERDERE….NULLA DA GUADAGNARE….SENZA PIU’ PESI VOLATE LIBERI NELL’ESISTENZA….
OGNI GIORNO VEDO, SENTO I MIEI BAMBNI COSI’ PIENI D’ INFINITE PAURE….
”ILLUSSIONE”…MAYA…..IMPRIGIONATI SIETE…..LA VOSTRA PRIGIONE SI CHAMA” MENTE”….

FORZA AMATI…VENITE CON ME…ANDIAMO A SPARGERE I COLORI DELL’ARCOBALENO SU TUTTI GLI ESSERI DI TUTTI I MONDI…
INONDIAMO L’INTERA UMANITA’ CON I COLORI, LA MUSICA, DELL’AMORE DIVINO….OM…

OM NAMAH SHIVAYA!
THANK YOU!

DOVE’ L’OMBRA?
VEDO SOLO PIU’ LA TUA LUCE OVUNQUE IL MIO SGUARDO SI POSA…
LA LUCE DELL’AMORE DIVINO DANZA NEGLI ATOMI DI TUTTI I MIEI MONDI….

MIO AMATO SE’ IMMORTALE…

UN DOLCE NOME SUSSURA LA MIA ANIMA…PREMANANDA….BEATTUDINE D’AMORE…
SEI TU…SEI TU….SEI TU CHE ILLUMINI D’AMORE D’ANANDA TUTTI I MIEI GIORNI…TUTTE LE MIE NOTTI…
SEI QUI…SEI QUI…TI VEDO…TI SENTO MIO ADORATO GURUDEVA…
TI SENTO NEL VENTO CHE ACCAREZZA QUESTO CORPO ILLUSORIO…
TI VEDO NEGLI OCCHI DEI BAMBINI CHE GIOCANO….
TI ABBRACCIO ,ABBRACCIANDO OGNI ESSERE CHE INCONTRO…
TI ADORO…MENTRE CANTO UNA NINNA A UN DOLCE BAMBINO…
TI ASCOLTO NEI SILENZI DEL MIO CUORE…
TI SERVO IN OGNI ETERNITA’ AMANDO, VIVENDO, DANZANDO, PIANGENDO, RIDENDO, CAMMINANDO, PARLANDO, PENSANDO, ASCOLTANDO, LAVANDO PIATTI, CERCANDO SALE,MIETENDO IL GRANO,ASCIUNGANDO I PIANTI, SOSTENDO I DEBOLI, INCORAGGIANDO COLORO CHE ANCORA SI SONO PERSI IN MAYA, CUCINANDO,PREGANDO,CULLANDO, ACCAREZZANDO……

NON C’E’ ALTRO CHE TE…..TU MIO DIVINO AMANTE…CHE GIOCHI NEI CIELI STELLATI…
PASSIONE DELL’ANIMA MIA…SIGNORE DI TUTTO IL MIO SE’…
DOLCEZZA D’AMRITA CHE BAGNI D’AMORE D’ANANDA ,L’ETERNITA IMMORTALE DEL MIO COSMICO CUORE…

AI TUOI PIEDI DI LOTO CON ETERNA DEVOZIONE…

TUA ( PREMA DEVI)

OM NAMAH SHIVAYA!
THANK YOU!

COME FAI PREMA DEVI?

COME FAI A FARE TUTTE LE COSE CHE FAI SENZA MAI STANCARTI?(QUALCUNO MI HA CHIESTO)

E’ SEMPLICE AMATI MIE SE’….NON PENSO!

PENSARE FA PERDERE UN MARE D’ENERGIA…
QUANDO LA MENTE E’ CENTRATA SUL DIVINO ,RIMANE TRANQUILLA, E L’ENERGIA NEGLI ATOMI DI QUESTO CORPO E’ IMMENSA, PROPRIO PERCHE’ NON PENSO…

MA COME NON LO SAPEVATE?
BENE SAPPIATE CHE QUANDO NON SI PENSA E LA MENTE RIMANE CENTRATA COME UNA FRECCIA SUL BERSAGLIO , SI RIMANE IN CONTTATTO COSTANTE CON L’ENERGIA DIVINA” PURA ESSENZA D’AMORE D’ANANDA…
CIO’ CHE ACCADE E CHE PENSANDO SEMPRE A DIO NON SI SENTE LA STANCHEZZA, SI RIESCE A FARE MILIONI DI COSE CONTEMPORANEAMENTE…L’AMORE NON E’ MAI STANCO….QUANDO SI E’ REALIZZATO CHE SIAMO ”AMORE” TUTTO CIO CHE SI FA NON PESA, L’AMORE DA IMMENSITA’ D’ENERGIA….NON CI CREDETE?
FATE BENE….PRIMA PROVATE E POI POTETE CREDERMI…..
MA SE NON PROVATE NON POTRETE VIVERE IMMENSI NELL’ETERNITA D’AMORE D’ANANDA…DOVE C’E’ SOLO PACE, GIOIA, UNITA’ DIVINA….CAPITE?
SI?….BENE…PROVATE AMATI MIEI SE’….
COSI’ POTRETE VIVERE ETERNAMENTE NELL’IMMORTALITA’ COSCIENTE….

MI INCHINO A VOSTRI PIEDI DI LOTO….
OM NAMAH SHIVAYA…
THANK YOU!

Buona domenica!

Standard

Ciao a tutti e buona domenica!

E’ trascorso del tempo da quando vi abbiamo parlato della realizzazione fisica del Centro Premananda e dei progressivi passi per la sua venuta.

In questi mesi il Divino ha continuato a tenerci per mano e indicarci la strada. Il momento si avvicina, i luoghi si stanno aprendo alla nostra vista e tra poco arriverà quello scelto da Dio. Qui sotto trovate lo scritto già pubblicato tempo fa in cui potrete leggere aneddoti, aspirazioni e anche alcuni satsang di Swami Premananda.

Auguriamo a tutti voi un buon cammino

Surya e il team di Centro Studi Integrale e Studi Umanistici Premananda

Realizzazione Centro Premananda

Buongiorno  Amati.

Abbiamo compiuto altri passi verso la costituzione dell’Associazione Centro Premananda in queste settimane, tuttavia per intraprendere la strada e la forma migliore per poter realizzare il progetto Divino la legalizzazione burocratica è stata posticipata di qualche tempo. Ciò non di meno il nostro lavoro prosegue inalterato, anzi fortificato e sostenuto dalle mani Divine. Abbiamo tenuto conferenze e corsi e altre iniziative stanno nascendo come avrete potuto notare dalla segnalazione dei nuovi eventi in essere. Abbiamo altresì aggiunto una nuova sezione nel nostro blog dedicata a una serie di schede su Cristalli e Pietre tratte dal libro di Vijay e Prema Devi. Anche di questo trovate i riferimenti nella sezione stessa.

Dal momento che fino all’avvenuto riconoscimento dell’Associazione non ci è possibile aprire un conto ad essa intestato, resta operativa la carta post pay dedicata alle donazioni in modo che chi desideri contribuire alla realizzazione materiale del Centro Premananda potrà utilizzare la modalità di ricarica della suddetta carta richiedendo le coordinate al seguente indirizzo:

centroyogapremananda@gmail.com

Vi ringrazio, vi saluto e vi abbraccio lasciandovi con alcuni aneddoti che hanno accompagnato le tappe fin qui fatte per  dar vita al Centro. Per chi non avesse avuto modo di leggerlo, a piè di immagine trovate lo scritto precedente, così da avere una visione più completa del nostro progetto.

Vi lascio due scritti di Swami Premananda: il primo è estratto da un discorso sul tema “La Verità”, l’altro lo trovate al termine della descrizione del progetto del Centro e affronta il tema della Spiritualità, cosa è, come e perché si manifesta.

*******************    ***   *****************

Aneddoti…

“Il Divino ci da SEMPRE conferma quando ci muoviamo nel giusto sentiero…e così:

Stamane mi reco presso l’ufficio postale per aprire la carta, tutto procede tranquillo e fluido. Quando mi viene consegnata la carta mi cade lo sguardo sulla data di scadenza: 2017…che c’è di tanto strano, un numero come un altro.. e invece guardate come il Divino ci parla!

• 20 = giorno di nascita di Prema Devi (che conoscete): fondatrice e promotrice del suddetto Centro dedicato a Swami Premananda, suo Amato Maestro

• 17 = giorno di nascita di Swami Premananda!

Comprendete? La mano di Dio è sempre presente in questo come in tantissimi altri casi di sincronicità che non elenco per non dilungarmi eccessivamente.

In questo particolare caso vi è però un messaggio ancora più importante di una conferma dell’aver compiuto il giusto passo: è l’esempio tangibile di come ciò che chiamiamo “morte” in realtà non è che una mera illusione. Certo la parte fisica termina di esistere ma ciò che davvero siamo, la nostra Anima, continua ad essere; potrei farvi un lunghissimo elenco di eventi legati a persone cosiddette “morte” che hanno interagito con me nel corso della mia vita e sono certa che se vi raccogliete nel silenzio del vostro Essere scoprirete di aver vissuto voi stessi situazioni simili.

Perché parlare di questo? Che c’entra con l’apertura del Centro Premananda? Perché proprio oggi ho saputo di due persone che ho incrociato nella mia vita che stanno lasciando questo livello e il dolore dei loro cari, unito ad una conversazione (altra sincronicità) avuta con Prema rispetto a questo tema, ci ha fatto riflettere che era utile portarvi questo piccolo esempio in cui un Essere definito “morto” mi ha parlato molto chiaramente pur non essendo più nel corpo fisico…

Intendiamoci: è sempre molto doloroso e difficile quando una persona che amiamo esce dalla nostra vita terrena, ma è davvero essenziale iniziare quanto meno a provare, per chi non ha già questo sentire, ad aprirsi ad una comprensione più profonda di questo stato che definiamo “morte” e che non è altro che una porta di passaggio verso una nuova forma di vita; man mano che ci apriamo realizzeremo che quel senso di sradicamento profondo che si prova di fronte ad un lutto si trasforma lentamente ma costantemente in un “arrivederci”..

Vedete come opera il Divino? Ha utilizzato una carta dedicata alle donazioni per una Sua personale donazione…un messaggio di immortalità! Riesce sempre a stupirmi…

Grazie di nuovo a tutti per il tempo che ci dedicate e per ogni vostra condivisione.

*******************    ***   *****************

LA VERITA

 

di  Swami Premananda

La Verità è lo spirito della vita. Pervade tutte le situazioni e i livelli della vita umana. Si può considerare la religione onnicomprensiva ma, tuttavia, è la verità che fa grande una religione. La verità è totale, completa, primordiale e trascende il tempo e lo spazio. Il potere della verità, attraverso il suo innato fulgore, è in grado di annientare l’oscurità che avvolge il mondo. Da quando l’uomo ha dimenticato la verità e deviato dal suo sentiero, non è stato più in grado di comprendere perché esiste, perché vive su questo pianeta e dove è diretto dopo la morte. Dato che non ne conosce le risposte, la sua confusione è aumentata. Dimenticando la verità, l’interesse per la vita dopo la morte è diminuito ed egli ha iniziato a concentrare la sua attenzione solo sulle questioni mondane. Lo spirito originario dell’uomo è soffocato a causa della ristrettezza del suo “abito materiale”. L’uomo deve affrontare la prospettiva della perdita della sua vera realtà, la sua anima, poiché è totalmente coinvolto in questioni mondane. La verità era ed è la sola salvezza per l’umanità.

La realizzazione “fisica” del Centro Yoga Integrale e Studi Umanistici Premananda.

Molti di voi lo conosceranno tramite facebook e anche per il blog presente in rete. Sentiamo profondamente la necessità di portare nella manifestazione pratica ciò che in questi mesi è stato diffuso per lo più con la parola. Fondamentale e importantissima, però è anche il tempo dell’azione e per fare questo è necessario avere una sede fisica dove poter diffondere i nostri insegnamenti e accogliere chi vorrà unirsi a noi per camminare insieme.

Dove? Questa sarà una scelta in cui ci guiderà il Divino, lui sa bene dove dovrà aver sede.

Il senso di queste parole è il permettere a chi porta nel cuore l’aspirazione per un mondo migliore, in cui ogni Essere possa ritrovare Sé stesso nella propria identità reale, di unirsi e collaborare ognuno col proprio talento/qualità/possibilità alla creazione di questo luogo: il primo di altri futuri punti di Luce dove tornare ad esprimere la nostra natura d’Amore. Se quanto leggete risuona in voi come un richiamo divulgatelo a vostra volta. Espandiamoci e abbracciamoci…

Trovate a seguire la descrizione del progetto del Centro che illustra molto semplicemente ma chiaramente e in modo incisivo i nostri obiettivi.

Namaste’ amici e compagni di viaggio, Luce e Pace sul vostro cammino..Surya

 

CENTRO YOGA INTEGRALE e STUDI UMANISTICI PREMANANDA

IL PROGETTO

Il progetto “Centro Yoga Integrale e Studi Umanistici Premananda” nasce con l’intento di creare un punto di riferimento per persone di ogni età, credo e nazionalità in cui trovare sostegno, ascolto e partecipare a corsi, conferenze e attività volte a diffondere la cultura olistica dell’autoguarigione interiore, dell’amore per la vita,  del rispetto per il  prossimo e per  la natura.

Il Centro non ha scopo di lucro e con il ricavato di eventuali offerte, aiuterà orfanotrofi del terzo mondo e punterà all’apertura di nuovi centri in Italia e nel Mondo immersi nella natura, fondati sulla diffusione dello stesso  messaggio di pace, amore, gioia e speranza.

Il centro riconosce il ruolo e l’importanza della medicina ufficiale e non intende in alcun modo, con alcuna pratica, sostituirsi ad essa.

Non si effettuano diagnosi né prescrizioni di alcun tipo. In eventuali trattamenti energetici non ci si deve spogliare né aderire a qualunque credo religioso, politico, sociale.

INTRODUZIONE

Viviamo in un periodo di grandi cambiamenti, in cui le paure, i condizionamenti e le violenze assimilate fin dall’infanzia hanno fatto sì che i veri valori spirituali, di unità, amore, condivisione, gentilezza e rispetto sono stati soffocati da valori di puro materialismo, egoismo e consumismo ritenendoli alla base della felicità e dell’equilibrio interiore ma che in realtà hanno portato alla degenerazione della vera coscienza umana, infliggendo così alla Madre Terra un inquinamento e sfruttamento sconsiderato delle risorse del Pianeta stesso. Stiamo ora assistendo al totale crollo di un sistema completamente falso e illusorio. E’ urgente e di primaria importanza porre rimedio a questo processo di distruzione tanto del Pianeta quanto dell’Essere umano: è fondamentale riprendere coscienza della nostra Unità. Tutti i problemi di sofferenza e dolore nascono dal senso di separazione che abbiamo uno verso l’altro e verso la nostra Madre Terra. Le sempre crescenti comodità del materialismo hanno impigrito e privato l’Essere della propria connessione al Pianeta rendendolo ignaro della Sacralità di tutto ciò che ci circonda…

Basilare è aiutare le persone a prendere coscienza della responsabilità di sé stessi e di conseguenza nei confronti di tutti gli Esseri viventi così come del Pianeta: solo attraverso l’educazione all’Unità che siamo potremo risanare il senso di distruttività e separazione che abbiamo l’uno verso l’altro e verso Madre Natura che è il nostro stesso sostentamento.

Ecco perché l’importanza di creare comunità in cui vivere e ritrovare la nostra connessione spirituale con Madre Terra riscoprendo la gioia della semplicità e della condivisione lavorando insieme per il bene comune.

L’Amore e il rispetto verso tutti gli Esseri viventi e verso Madre Terra sono il motore che ci spinge al servizio di questa umanità che ha perso le proprie origini e che ha dimenticato che l’amore e la speranza sono alla base di una società moderna e matura che possa guidare l’Uomo ad una nuova presa di coscienza.

Una delle maggiori priorità è fornire ai genitori e futuri genitori le basi per una nuova e consapevole educazione del bambino sin dal concepimento: è proprio quello il momento in cui si crea la “matrice” del futuro Umano che sarà un insieme delle nostre vibrazioni, emozioni e sentimenti…Altrettanto importante è dare sostegno e punti di riferimento ai giovani così che possano avere un luogo in cui ritrovarsi, confrontarsi e riacquisire fiducia in sé stessi e nei valori della vita abbattendo gli obsoleti schemi educativi religiosi, sociali, razziali, politici che impediscono lo sviluppo del nostro Essere nella sua totalità.

Intendiamo avviare un processo di autoguarigione che porta l’individuo a godere di notevoli benefici, fra cui maggior senso di soddisfazione nella vita quotidiana, incremento della capacità di gestione delle emozioni e dello stress, miglioramento della salute e dell’armonia globale. Alla base di questo percorso è fondamentale avere una grande dose di umiltà, volontà e accettazione verso il cambiamento in quanto flusso costante del rinnovamento della vita: non esiste crescita ed evoluzione senza cambiamento.

I nostri punti saldi sono: rispetto e attenzione per ogni forma di vita; non violenza; compassione; amicizia e cooperazione; generosità e condivisione; appartenenza; sensibilità ecologica; solidarietà sociale; impegno e responsabilità; pace, gioia ed entusiasmo; integrità, onestà e sincerità; educazione di sé stessi.

 

SCOPI PRINCIPALI

 

 • sostenere gli individui ad Amare e conoscere se stessi sia sul piano fisico e mentale che morale, psicologico e spirituale

• stimolare l’evoluzione personale spirituale e collettiva attraverso corsi, conferenze, seminari, eventi

• aiutare a trovare l’equilibrio e l’armonia in se stessi

• aiutare lo sviluppo dell’autostima per il superamento delle paure

• sostenere il rispetto e l’amore per la natura e il pianeta

• sostenere lo sviluppo dei valori umani sia sul piano individuale che sociale rivolto anche a persone coinvolte in problemi giudiziari, detenuti ed ex-detenuti, vittime di crimini e professionisti operanti nel campo della giustizia

• offrire aiuto ai giovani nel credere e nel riacquistare fiducia in sé stessi riscoprendo la gioia di vivere

• superare problemi di depressione, di stress e problemi con la famiglia

• liberarsi da dipendenze di droga ed alcool

• sostenere  le donne ad uscire dalla dipendenza della sofferenza, dal vittimismo e a liberarsi dagli abusi

• eliminare la paura della morte, comprenderla, trascenderla, prepararsi ad affrontarla consapevolmente ed aiutare ed assistere chi ha perso un affetto

• contribuire all’affermazione di ideali morali e spirituali

• aiutare futuri genitori ad affrontare il concepimento, la crescita e l’educazione del bambino in modo consapevole e cosciente, creando una famiglia armoniosa

• insegnare a tutte le persone il rispetto per sé stessi e gli altri

• dare informazioni per un’educazione sessuale sana, consapevole e non deformata

ATTIVITA’ PROPOSTE DAL CENTRO

 

 •Yoga

–  Bakti Yoga,  yoga della devozione

–  Raja Yoga,  yoga regale, mentale

–  Jnana Yoga,  yoga della conoscenza

– Karma Yoga, yoga dell’azione

– Dyhana Yoga, yoga della meditazione

– Mantra Yoga, yoga sul potere del suono

– Tantra Yoga, yoga della coppia

• Reiki

• Meditazione

• Scuola per genitori

• Guarigione olistica

• Astrologia

• Cristallo- terapia, cromoterapia, musicoterapia

• Massaggi

CONFERENZE

 • Spiritualità

• Crescita interiore ed educazione di sé stessi

• Concepimento, educazione e crescita dei bambini

• Risveglio del proprio potere femminile

• Pensiero positivo

• Conoscere ed affrontare la morte

• Superare le paure

• 2012, affrontare i cambiamenti in maniera serena e positiva

Il centro offrirà , inoltre, una serie di programmi di formazione mirati

•formazione nelle aziende per migliorare l’ambiente di lavoro

•programmi per alcoolisti, tossicodipendenti, persone vittime di abusi, soggette a depressione, affette da patologie croniche o terminali, vittime di guerra o di disastri naturali

•programmi per la risoluzione dei conflitti

•programmi per aiutare operatori del settore sanitario e dell’istruzione

YOGA

Chiamata anche scienza dello Spirito, lo Yoga non è solo una pratica: colui che abbraccia lo Yoga lo sposa in tutto ciò che lo circonda durante tutto l’arco della propria vita.

Praticare Yoga aiuta a diventare consapevoli che ogni essere è Divino, che ogni cosa esistente è divina, e infine a scoprire la divinità in se stessi.

Lo Yoga è una nuova nascita, alla base serve un risveglio alla necessità di un esistenza più spirituale che porta la persona ad una nuova presa di coscienza.

Lo Yoga non è solo esercizio fisico e rilassamento, tecniche di respirazione e concentrazione, ma uno stile di vita che incammina verso la conoscenza di se stessi e del proprio modo di conoscere Dio in tutte le sue forme. Una scalata fatta di piccoli, ma intensi passi.

REIKI

Il termine Reiki ha origine giapponese ed è composto dalla sillaba Rei, che significa sacro e indica l’energia Divina, la stessa che ha permesso la creazione dell’universo, e la sillaba Ki che indica l’energia Vitale che anima e regola ogni essere vivente.

Reiki è quindi un’arte che permette, attraverso la sua pratica, di riarmonizzare l’energia Vitale di ogni persona attraverso l’utilizzo dell’energia Divina.

La bellezza del Reiki risiede nella sua semplicità, non c’è bisogno di particolari strumenti o di pratiche complesse, si adatta allo stile e alle esigenze  proprie di ogni persona, non si lega a nessun credo religioso ed è vissuto, da chi lo pratica, come un dono per sé stessi e per gli altri.

Reiki è uno strumento importante e molto potente per la propria autoguarigione, del corpo, della mente e dello spirito.

L’operatore Reiki, durante un trattamento,  è un semplice conduttore e canalizza attraverso di sé l’energia rilasciandola dolcemente. Tutti posseggono Reiki, non c’è bisogno di doti o capacità personali, infatti attraverso brevi seminari e l’aiuto di Master Reiki semplicemente si riattiva il processo che riconnetterà il reikista con l’energia Universale.

MEDITAZIONE

La meditazione è un viaggio all’interno di se stessi per scoprire chi si è veramente e trasformare coscientemente la propria vita per liberarsi dai condizionamenti. Durante il viaggio, si impara a diventare testimoni imparziali dei propri pensieri. Ci si osserva dall’alto, senza giudicarsi, portando totale rilassamento a tutti i sensi e quietando la mente per raggiungere un silenzio interiore che porta beneficio al corpo e alla propria coscienza.

La mente è sempre proiettata al passato o al futuro, il silenzio interiore che si raggiunge praticando la meditazione in modo costante, rappresenta il qui e ora che concentra i nostri pensieri allontanando preoccupazioni e tensioni.

MASSAGGI

Conduciamo una vita in cui dobbiamo destreggiarci nell’analisi di una gran quantità di stimoli a cui dare risposte sempre più immediate, allenando così il nostro cervello a condurre più attività simultaneamente e allo stesso tempo abituandolo a stati sempre più attivi.

Mantenendo questi ritmi, stiamo perdendo la percezione del nostro corpo e aumentando lo stress, difficoltà nel sonno, disturbi della memoria.

Il Massaggio si rende quindi disponibile come strumento per riavvicinare la persona al proprio corpo, riattivando la percezione del tempo, dei propri bisogni e rallentando i ritmi.

Un massaggio ben fatto rispetta in primis le esigenze della persona e offre la possibilità di una ripresa di consapevolezza dei propri limiti, delle proprie tensioni ma anche delle potenzialità. Inoltre il massaggio è anche percepito come momento di crescita personale e opportunità di essere in condizione di auto guarirsi.

CONCEPIMENTO, CRESCITA ed EDUCAZIONE dei BAMBINI

Una delle più grandi ignoranze esistenti è il concepimento dei figli e l’educazione degli stessi. Non ci sono scuole che insegnino la consapevolezza e la responsabilità di essere genitori per il mestiere più difficile e importante che ci sia.

La maggior parte degli umani genera figli senza alcuna coscienza di cosa stia facendo. Mettono al mondo figli per ragioni egoiche, per interesse personale, per avere qualcuno che li sostenga nella vecchiaia e per continuare se stessi dopo la propria morte, oppure semplicemente condizionati dalla routine sociale.

Crediamo fermamente che per trasformare questa umanità, dovremmo partire dall’inizio, prima dal concepimento di ogni anima che si incarna e poi sulle informazioni necessarie per crescere bambini felici, consapevoli e pieni d’amore.

Swami Vivekananda disse un tempo…

LE VERITÀ PIÙ GRANDI SONO SEMPRE QUELLE PIÙ SEMPLICI

*******************************************************************************

Satsang di Swami Premananda

LA SPIRITUALITÀ. COME E PERCHÉ SI MANIFESTA

COS’È LA SPIRITUALITÀ? Per me è tutta la mia esistenza, ma per la maggior parte di voi significa ancora poco.

LA SPIRITUALITÀ ELEVA L’UOMO AL GRADO PIÙ EVOLUTO DELL’ESISTENZA. Ho reso spirituale ogni momento della mia vita e tutto ciò che faccio è una pratica spirituale. Dio è sempre nei miei pensieri e tutto quello che c’è nella mia mente, ruota intorno a Lui. I miei pensieri sono come mantra poiché la mia mente è chiara e piena di Dio; qualsiasi cosa faccio è ispirata direttamente dalla volontà dell’Infinito. Adoro il Divino di continuo e così la mia mente non è mai coinvolta in cose inutili e attaccata ai risultati delle mie azioni. Ho totale fiducia che tutto accade per il meglio poiché qualsiasi cosa è già stata decisa dal Divino. In ogni problema vedo l’opportunità di crescere, d’imparare e ciò si rinforza attraverso l’arresa a Lui.

Sono coraggioso. Nessuna situazione m’intimorisce poiché ho fiducia al cento per cento nella realtà ultima che vedo pervadere tutta la vita; è la madre e il padre di tutta la materia, di tutte le vite e le forme in esistenza. Così, anche quando sto camminando, è come se posassi i miei piedi su un pavimento di un tempio sacro. Dove mi trovo non è un problema perché tutta la Terra è la Divina Madre Terra e quindi io continuo ininterrottamente a fare pradakshina, a camminare intorno a un tempio. Per me è sacro anche quando mangio e cucino. Quando preparo da mangiare canto i bhajan devozionali così anche il riso che cucino li canta e la vibrazione permea il cibo. Offro tutto e mangio tutto per Dio; anche mangiare è offrire cibo al Divino che vive in me. Perfino quando mi adagio per dormire penso al Divino e sdraiandomi mi prostro a Lui in adorazione.

Mi avete chiesto perché la spiritualità è venuta in essere: per evolvere l’umanità il più possibile. Tutto ciò che vi ho descritto sono comportamenti di chi è molto evoluto. Non ha importanza a quale religione appartiene: chi è coinvolto nella totale e suprema elevazione diventa uno con Dio. La realtà è oltre la limitazione o classificazione umana e una persona altamente evoluta non viene toccata dall’illusione, dalle bugie, dalla falsità o dagli effetti delle azioni passate (karma). È sempre soddisfatta interiormente, assaporando di continuo la beatitudine che quell’interezza, quell’unicità, quell’unione col Divino porta. Chi ha conosciuto l’ambrosia della felicità perfetta, realizza che questa è la più grande avventura che ben supera la conoscenza materiale dei sensi, quale potrebbe essere possedere milioni di rupie o aver accesso a lussi senza fine. Ecco perché coloro che conoscono la gioia suprema vi vogliono aiutare a condividere la loro esperienza.  Non possono sopportare di vedere che continuamente v’ingannate inseguendo castelli in aria materiali. Vogliono che godiate della reale e infinita roccaforte dell’Amore Divino, esistente già nel vostro Sé.

IL FINE DELLA SPIRITUALITÀ È RENDERE L’UOMO PERFETTO. Che cos’è la perfezione? Un uomo è perfetto quando  è senza difetti ed è totalmente  maturato. È assolutamente integro, puro e realizzato, libero da ogni impurità. Egli non conosce né attrazione né repulsione ed è sempre imparziale in tutte le circostanze. È estraneo al desiderio, alla rabbia, all’avidità o alla passione.  Non è dispettoso o invidioso, mai esibizionista e arrogante. È totalmente privo di ahankaram, di egocentrismo. Ha raggiunto la meta spirituale più elevata. E il fine della spiritualità è far diventare anche voi così!

LA SPIRITUALITÀ SI MANIFESTA PER GUIDARE L’UOMO VERSO LA REALIZZAZIONE PIÙ ELEVATA. Nella sua essenza l’uomo è divino, ma poiché è sotto l’influenza delle molteplici illusioni di questo mondo (maya), ha dimenticato la sua vera natura. Lo scopo della pratica spirituale è permettergli di riscoprire la sua vera identità con la realtà assoluta, il Divino. Se l’aspirante è molto intelligente, sarà guidato dalla forza divina a entrare in contatto con un vero maestro spirituale illuminato. Attraverso il servizio nella sua missione, una corretta autoanalisi e soprattutto un genuino desiderio di fare progressi, può realizzare il suo vero Sé. Ciò però richiede dedizione reale e risoluta.

PER DARE ALL’UOMO LA POSSIBILITÀ DI COMPRENDERE E DIVENIRE IL SÉ PIÙ ELEVATO. Per prima cosa dovete capire la vostra natura. Imparate a conoscere come agisce e reagisce la vostra mente, esaminate i vostri errori e accettate i vostri difetti messi in luce dal maestro. Sradicateli dalla vostra personalità, cambiate voi stessi e vi avvicinerete al Sé più elevato.

PER MOSTRARE ALL’UOMO CHE ESISTE UNA GRANDE FORZA DIETRO A TUTTO CIÒ CHE ESISTE, INCLUSO LUI STESSO. C’è una storia nel poema epico indiano Mahabharatha. La morale è che il più grande sconcerto del mondo è che l’uomo crede che non morirà mai; non può tollerare la sua mortalità. Il sentiero spirituale porta ad accettare la brevità della vita e a realizzare che tutto è temporaneo e sotto il controllo di un’energia infinita, ben molto più grande dell’uomo. Se si ha fede in quella forza immensa, già questo è un grande salto verso la conoscenza spirituale.

PER AIUTARE L’UOMO A REALIZZARSI E USCIRE DALL’IGNORANZA. Che cos’è l’ignoranza? La persona ordinaria non sa nemmeno che esiste il sentiero spirituale e le sue possibilità.  A causa di questa inconsapevolezza non ci pensa e di conseguenza non lo ambisce. Ma per chi è pronto, il Divino gli mostrerà un “cancello” che può aprire per congiungersi a esso. Quel cancello può presentarsi sotto molteplici forme poiché le varie circostanze possono essere utilizzate dal Divino per portarvi a quel sentiero. È il sentiero che vi chiama, che vi guida e che si prende cura di voi. Il sentiero spirituale è una forma del Divino. Gesù disse: “Bussate e vi sarà aperto”. Intendeva il cancello del sentiero spirituale, la soglia che vi conduce al vostro cuore interiore. Una volta che avrete sperimentato la pace che porta la spiritualità, aspirerete a molto di più. Ecco perché dico che la spiritualità vi libera: da uno stato di non conoscenza vi conduce a una più elevata comprensione della vita.

 

PER FAR CAPIRE ALL’UOMO CHE SE ESISTE È A CAUSA DI QUELLA FORZA. La spiritualità porta l’uomo a espandere la sua mente. Generalmente, più invecchia più diventa meschino poiché condizionato dal suo ambiente familiare e dalle norme sociali. La spiritualità lo riporta lentamente a riscoprire l’immensità della grande forza che è la Divinità. È un’inesauribile e illimitata energia che avvolge non solo la Madre Terra, ma anche tutte le Divinità, tutte le religioni, tutto ciò che è nato e che ancora dovrà nascere. L’uomo realizzerà che proviene dalla Sorgente divina e ciò lo aiuterà ad avvicinarvisi sempre più.

PER FAR COMPRENDERE ALL’UOMO CHE PUÒ DISCRIMINARE TRA CIÒ CHE È BUONO E CIÒ CHE È CATTIVO. Siete dei bambini che mi avete chiesto della spiritualità, ma non siete in grado di sapere tutto ciò che può essere un bene per voi. Gli insegnamenti spirituali non solo vi guidano sulla strada giusta, ma vi spiegano le verità più elevate. V’indicano come vivere nel modo migliore per essere felici, offrire servizio agli altri, fare del bene al mondo e vi aiutano a capire che tutto quello che fate nella vita influenza voi e gli altri. Vi mostrano che seguire un buon sentiero conduce alla via spirituale che, in cambio, vi farà essere felici per sempre.

PER DARE ALL’UOMO LA POSSIBILITÀ DI CAPIRE VERAMENTE LA GIUSTIZIA E NON FARLO AGIRE IN MODO SBAGLIATO. La comprensione spirituale vi farà capire che ogni vostro pensiero e azione porta certi effetti. Inizierete a realizzare che naturalmente, a qualche livello, gli effetti delle azioni passate torneranno a voi e diventeranno il vostro karma. Se imparate dalla vostra esperienza e applicate la vostra conoscenza spirituale, smetterete di fare ciò che per voi è sbagliato e negativo nella vita.

PER AIUTARE L’UOMO A GUARDARE PROFONDAMENTE IN SE STESSO, AFFINCHÉ CONOSCA LA SUA MENTE E PRENDA LE DECISIONI IN MODO INDIPENDENTE, SENZA ESSERE SCHIAVO DI QUELLO CHE PENSANO GLI ALTRI. Dovete esercitarvi a credere nel Divino e a diventare mentalmente forti e coraggiosi. Di conseguenza avrete autocontrollo e stomaco per fare ciò che veramente sentite giusto fare. Molto spesso, le persone riscontrano che all’inizio la famiglia e gli amici si oppongono a loro quando essi non si conformano alle loro idee o a come dovrebbero vivere. Per esempio, uno può desiderare di essere vegetariano o aderire a una campagna per i diritti umani; gli altri proveranno a fargli mangiare carne o persuaderlo a dimenticare il servizio agli altri esseri umani. La spiritualità vi dà la forza di mettere in pratica le vostre convinzioni più profonde e fare ciò che è giusto per voi e per la vostra personale pace interiore.

PER AIUTARE L’UOMO A OTTENERE LA LIBERTÀ. Libertà da cosa? Libertà dall’apparentemente interminabile ruota di nascita e morte! Libertà dall’essere schiavi del volere desideroso della mente e del volere degli altri. Nelle profondità più recondite del vostro cuore, la vostra Divinità giace dormiente. Essa è dolce come una montagna di miele puro. Mangiatene, mangiatene, mangiatene! Mangiate quel delizioso e indescrivibile miele di beatitudine. È l’unica cura a tutti i vostri problemi. Come potete procurarvi questo miele? Liberandovi da tutti gli attaccamenti e percorrendo il sentiero spirituale. Quel miele non ha prezzo e non può essere comprato: dovete procurarvelo da voi e nessuno camminerà al vostro posto. Bambini, fate lo sforzo e volate al miele come tante piccole api. Godete di quella dolcezza nel giorno del mio compleanno!

 

SWAMI PREMANANDA

 

Invitiamo tutti coloro che si sentono in risonanza con il cambiamento in atto ad unirsi al nostro progetto per lavorare coscientemente insieme per riportare la Vita Divina in questa Umanità.

Om Namah Shivaya