Archivio mensile:giugno 2013

DAI DIARI DI PREMA DEVI

Standard

11-4-2002- primo incontro con Premananda

Oggi sono andata insieme a Vijay nella prigione di Cuddalore per incontrare un maestro illuminato , il suo nome e’ Premananda.
Il 28-3-2002- notte avevo sognato Satya Sai Baba, nel sogno mi dava un intervista….
Nel pomeriggio del 29- 3-2002 sono venute nel nostro negozio di pietre alcune sue devote ,Doris e Nitya mataji, ho subito sentito che era un segno che Baba mi mandava , infatti sentito accanto a me la Sua presenza , non sapevo quasi nulla di Premananda, ho chiesto a Doris d’impulso se era possibile incontrare Premananda, lei mi disse che avrebbe chiesto al Maestro e poi mi avrebbe telefonato per darmi la risposta. Alcuni giorni dopo ricevetti la sua telefonata in cui ci diceva che il Maestro aveva acconsentito di riceverci.
La mattina presto dell’ undici aprile siamo andate alla casa di Premananda a Cuddalore, li abbiamo incontrato Doris che da piu’ di dieci anni vive nell’Asharam di Premananda. Doris e’ un’anima speciale, per una stranissima sincronicita’ la prima volta che venne in India fu ospite della comunita’ di Vijay, poi ando all’Asharam di Satya Sai Baba e Baba la mando da li all’Asharam di Premananda. Dopo piu’ di dieci anni e’ venuta a trovare Vijay e cosi’ ci siamo conosciute.
Alle sei del mattino eravamo nella casa vicino alla prigione di Cuddalore di Swami Premananda dove i Devoti si fermavano prima di andare a trovarlo in prigione…
Alle otto insieme a Doris e ad altre devote siamo entrarti nella prigione , ci hanno portato nella stanza delle visite, li dopo pochi minuti e’ arrivato il Maestro Premananda. Ero emozionatissima. Swami era vestito di bianco, pantaloncini corti e camicia….Vidi sul Suo viso il piu’ meraviglioso sorriso mai visto, emanava una luce d’amore che ti toccava nelle profondita’ dell’anima.
Attaccata alle sbarre dell’inferita che mi separava da Lui ,lo guardavo estasiata, tutti i pensieri erano svaniti dalla mia mente e una pace incredibile mi era scesa in tutto il mio essere. Lui sorridendo ci chiese da dove venivamo, ci chiese da quanto tempo vivevamo in India e che cosa facevamo di bello . Per dieci ,quindici minuti ci fu uno scambio di domande. Poi io gli chiesi se potevo chiedergli una cosa che mi stava molto a cuore. Le chiesi se colui che fu mio padre sarebbe tornato presto, lui fece un gran sorriso e mi rispose di Si, disse di si piu’ volte per rassicurarmi. Lacrime di gioia iniziarono a scendermi sul viso, una forte emozione mi Sali , il Divino mi stava donando la conferma di quanto gia’ io sentivo da tempo. Ero estasiata e piena di gratitudine. Le donai un bellissimo mala di cristallo montato con oro , lui lo accetto’ sorridendo, poi le chiesi se poteva benedirmi altri due mala di cristallo, uno per mia madre e uno per mia cognata Silvia.
Vijay le chiese se aveva piacere che aprissimo un negozio di pietre nel Suo Asharam, ancora una volta Lui disse di si con molto entusiasmo.
La mia Anima ha in Lui riconosciuto il Maestro che cercavo da sempre e d’istinto gli ho chiesto se poteva accettarmi come sua discepola, se voleva essere il mio Guru, lui con una dolcezza infinita mi disse di Si…..mi sono inchinata e ho messo la mia testa ai Suoi piedi , mi sono arresa a LUI….e improvvisamente la gioia danzava in tutte le mie cellule……

Ringraziai Baba per avermi donato il Divino Maestro…
Avevo detto a Baba quando andai a trovarlo che mi spiaceva non poterlo andare a trovarlo spesso per via che io vivevo in Auroville e Lui a Puttaparti …Sentii la voce di Baba ridere quando usci dalla prigione….Sei contenta ora di avermi vicino….mi disse…
Iniziai a ridere anchio….il messaggio era forte e potente…poi aggiunse..Baba – Premananda ,stessa cosa….

http://www.youtube.com/watch?v=cu-FqhiDTbs

Annunci

Agenda di Mère

Standard
OM NAMO BHAGAVATE..
THANK YOU!
25 Giugno 2013 – Giorno Limi 27 della Luna Cristallo del Coniglio – Viandante del Cielo Elettrico kin 133

“…il problema che si pone è quello dell’educazione.Se riteniamo che il bambino non debba imparare,vedere e conoscere nient’altro che quanto può mantenerlo puro da ogni movimento inferiore,grossolano,violento e degradante,si dovrebbe eliminare qualsiasi contatto con tutto il resto dell’umanità,a cominciare da tutto quell’insieme di resoconti di guerre,di uccisioni,di rivalità e d’inganni che chiamiamo storia;si dovrebbe eliminare ogni contatto con la famiglia così com’è;anzi si dovrebbe controllare di continuo il contatto con tutti gli impulsi….all’interno del suo essere…Occorre affrontare la vita integralmente,con tutto quello che ancora comporta di laido,di falso e di crudele,avendo però cura di scoprire dentro di sè la sorgente di ogni bontà,di ogni bellezza,di ogni luce e di ogni verità,mettendo coscientemente a contatto questa sorgente col mondo perchè lo trasformi.E’ infinitamente più difficile che fuggire e chiudere gli occhi per non vedere – ma è il solo mezzo davvero efficace,il mezzo di coloro che sono veramente forti e puri e capaci di manifestare la Verità…”

Agenda di Mère

Immagine